Home >> Blogs >> blog di Nicola Delduce

blog di Nicola Delduce

Economia: Visco, "I rischi di una procura specializzata sui reati finanziari"

I giornali hanno dato la notizia della intenzione della maggioranza della Commissione Parlamentare di Inchiesta sulle banche di proporre l'istituzione di una procura nazionale per i "reati finanziari". C'è da augurarsi che la proposta rifletta una insufficiente consapevolezza (almeno terminologica) del suo significato reale.

Colpevoli Evasioni: il 18 gennaio presentazione presso l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana

Giovedì 18 gennaio si svolgerà alle ore 17, presso l'Istituto della Enciclopedia Itaplianla, Sala Igea - Palazzo Mattei di Paganica
Piazza della Enciclopedia Italiana, 4, la presentazione di "Colpevoli evasioni. Le tasse come questione non solo tecncica ad opera di Vincenzo Visco. Interverranno con l’Autore
Giuliano Amato, Innocenzo Cipolletta, Maria Cecilia Guerra ed Ernesto Maria Ruffini.
Modererà Massimo Giannini

"La Germania ha tradito l'euro I tedeschi crescono a spese nostre"

Intervista a La Stampa, di Fabio De Ponte.

Mi ricordo tutta la dinamica dei mesi in cui dovevamo entrare nell'euro, con Ciampi che faceva l'incantatore dei serpenti con il ministro tedesco Theo Waigel. C'era il collega olandese Gerrit Zalm che non ci poteva vedere e si dovette ammansire pure lui. Ma quando andavamo alle riunioni a Bruxelles ci guardavano tutti con molto rispetto. E' stato forse uno dei pochi periodi in cui l'Italia non suscitava riserve».

“Dalla riforma Bersani alla legge sulla concorrenza: quali meccanismi per il superamento della maggior tutela?”

Si è svolto giovedì 21 dicembre pomeriggio, nella sede del think tank Nens (Nuova economia e nuova società), il convegno, a porte chiuse, “Dalla riforma Bersani alla legge sulla concorrenza: quali meccanismi per il superamento della maggior tutela?”. Sono intervenuti Tullio Fanelli, Vice Direttore di Enea, il Direttore di Enel Italia Carlo Tamburi, il Presidente di Acquirente unico Andrea Peruszy e le rappresentanze sociali. Le conclusioni sono state affidate a Pier Luigi Bersani.

Sui dati economici troppo trionfalismo.

I dati ultimi sull’economia italiana forniti da Istat, Eurostat e Upb rispecchiano fatti già noti. I lievi miglioramenti in termini di crescita e di produzione industriale sono il frutto della ripresa globale, in particolare di quella dei paesi occidentali.

In allegato i Documenti dell'Istat sulla produzione industriale, il Rapporto sulla politica di bilancio dell'Upb, la Sintesi del Rapporto sul lavoro e il documento in breve sull'economia italiana di Banca d'Italia.

Diritti civili e diritti sociali a sinistra

E’ interessante notare come la motivazione fondamentale, e ufficiale, della rottura tra il movimento di Pisapia e il PD sia stata la mancata tempestiva calendarizzazione in Parlamento del provvedimento sullo Ius soli , un argomento importante, una battaglia di civiltà, ma, rispetto alle questioni aperte, alquanto circoscritto. Anche in questo caso si  conferma una singolare inversione di priorità nelle politiche degli ultimi tempi dalla(e) sinistra(e): i diritti civili ormai prevalgono su quelli sociali, che hanno sempre meno spazio nei programmi.

L’Irpef, le elezioni e la teoria economica

Il pezzo forte del programma economico di Forza Italia e della Lega è la flat tax. Berlusconi propone un’aliquota unica al 20%, Salvini al 15%. E’ facile profezia dire che, sbandierata prima delle elezioni, la flat tax scomparirà dopo. Vediamo un po’ di cifre (in miliardi di euro).

Pensioni: Raitano (La Sapienza), "Sistema in equilibrio ma per i giovani occorrono interventi correttivi"

ll professor Michele Raitano de l’Università “La Sapienza” di Roma non è d’accordo con quanti denunciano un pericolo di sostenibilità del sistema pensionistico. “L’equilibrio”, spiega Raitano “dipende dalla scelta politica su quanto destinare alla quota anziana della popolazione”. E sulle pensioni dei giovani che oggi si ritrovano spesso ad uscire e rientrare dal mercato del lavoro intravede il rischio di innescare un meccanismo non incentivante rispetto alla ricerca attiva di occupazione.

Pagine