Home >> Dossier >> Il Fmi detta la nuova linea. Lagarde: il capitalismo deve essere più inclusivo

Il Fmi detta la nuova linea. Lagarde: il capitalismo deve essere più inclusivo

12/10/2016
Intervento (in allegato) alla conferenza sul capitalismo inclusivo.

La crescita è troppo bassa, e da troppo tempo. Soprattutto, ne sta beneficiando una parte troppo piccola della società. Quindi ci troviamo di fronte a un passaggio delicatissimo e dobbiamo agire con decisione per rendere la globalizzazione un fenomeno che offre a tutti uno sbocco e un lavoro. Lo afferma nel suo intervento alla Conferenza sul capitalismo inclusivo Christine Lagarde, numero uno del Fondo monetario internazionale.
"Ciò richiederà di usare tutte le leve monetarie, fiscali, strutturali a sostegno della domanda, di aumentare la produttività della politica, di rilanciare il commercio. Sarà necessario investire in reti di sicurezza sociale, istruzione, e riqualificazione di coloro che sono colpiti dal cambiamento tecnologico".

I politici, sostiene Lagarde, sono di fronte a una grande sfida, e non possono affrontarla da soli. "Abbiamo bisogno di ogni creatore di posti di lavoro e la crescita di intensificare. Sto parlando, ovviamente, di affari. "

Gli affari, dopo tutto, sostengono una società più inclusiva, perché l'inclusione sostiene la crescita più resistente e più ampia la prosperità. Credo anche che il business è nella posizione ideale per sostenere l'inclusione.

Leave a comment

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un visitatore umano.
1 + 3 =
Solve this simple math problem and enter the result. E.g. for 1+3, enter 4.