Home >> Dossier >> Le retribuzioni non crescono e aumenta il numero di lavoratori senza rinnovo di contratto

Le retribuzioni non crescono e aumenta il numero di lavoratori senza rinnovo di contratto

21/12/2016
A novembre l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie è aumentato dello 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,5% su novembre 2015, con l'incremento piu' basso dall'inizio delle serie storiche (1982). Dati Istat in allegato.

A novembre l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie è aumentato dello 0,1% rispetto al mese precedente e dello 0,5% su novembre 2015, con l'incremento piu' basso dall'inizio delle serie storiche (1982). Lo ha comunicato l'Istat. Complessivamente, nei primi undici mesi 2016 la retribuzione oraria media e' cresciuta dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2015. Quanto ai principali settori, le retribuzioni hanno registrato un incremento tendenziale dello 0,7% per il settore privato (0,3% nell'industria e 1,2% nei servizi privati) e una variazione nulla per la pubblica amministrazione

Alla fine di novembre 2016 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica riguardano il 32,0% degli occupati dipendenti e corrispondono al 30,9% del monte retributivo osservato.

La quota dei dipendenti in attesa di rinnovo per l'insieme dell'economia è dunque pari al 68,0%, in aumento rispetto al mese precedente (67,9%). L'attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto è in media di 42,1 mesi. L'attesa media calcolata sul totale dei dipendenti è di 28,7 mesi, in sensibile crescita rispetto ad un anno prima (22,5).

Leave a comment

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un visitatore umano.
4 + 0 =
Solve this simple math problem and enter the result. E.g. for 1+3, enter 4.