Home >> Dossier >> Segnali positivi dai prezzi: dopo sette mesi l'Italia esce dalla tendenza alla riduzione anno su anno

Segnali positivi dai prezzi: dopo sette mesi l'Italia esce dalla tendenza alla riduzione anno su anno

30/09/2016
A settembre i prezzi al consumo sono calati dello 0,2 per cento su agosto, ma sono cresciuti dello 0,1 rispetto allo stesso mese del 2015. In allegato i dati Istat.

Nel mese di settembre 2016, secondo le stime preliminari, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra una diminuzione dello 0,2% su base mensile e un aumento dello 0,1% rispetto a settembre 2015 (era -0,1% ad agosto). Dopo sette mesi consecutivi di diminuzioni tendenziali, i prezzi al consumo tornano a crescere seppur di poco. Questa inversione di tendenza è dovuta principalmente al marcato ridimensionamento della flessione dei prezzi dei Beni energetici sia non regolamentati (-2,7%, da -7,0% di agosto) sia regolamentati (-4,1%, da -5,9%) e, in misura minore, alla ripresa della crescita tendenziale dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+1,1%; la variazione era nulla il mese precedente). Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l’“inflazione di fondo” sale a +0,5% (da +0,4% di agosto); al netto dei soli beni energetici si attesta a +0,5% registrando, rispetto al mese precedente (+0,6%), un rallentamento di lieve entità. L’inflazione acquisita per il 2016 risulta pari a -0,1% (era nulla il mese precedente).

Leave a comment

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare se sei un visitatore umano.
7 + 5 =
Solve this simple math problem and enter the result. E.g. for 1+3, enter 4.