Home >> Autori >> Nicola Del Duce

Nicola Del Duce

Sui dati economici troppo trionfalismo.

I dati ultimi sull’economia italiana forniti da Istat, Eurostat e Upb rispecchiano fatti già noti. I lievi miglioramenti in termini di crescita e di produzione industriale sono il frutto della ripresa globale, in particolare di quella dei paesi occidentali.

In allegato i Documenti dell'Istat sulla produzione industriale, il Rapporto sulla politica di bilancio dell'Upb, la Sintesi del Rapporto sul lavoro e il documento in breve sull'economia italiana di Banca d'Italia.

Pensioni: Raitano (La Sapienza), "Sistema in equilibrio ma per i giovani occorrono interventi correttivi"

ll professor Michele Raitano de l’Università “La Sapienza” di Roma non è d’accordo con quanti denunciano un pericolo di sostenibilità del sistema pensionistico. “L’equilibrio”, spiega Raitano “dipende dalla scelta politica su quanto destinare alla quota anziana della popolazione”. E sulle pensioni dei giovani che oggi si ritrovano spesso ad uscire e rientrare dal mercato del lavoro intravede il rischio di innescare un meccanismo non incentivante rispetto alla ricerca attiva di occupazione.

L'Italia reale non è uscita dal tunnel.

Istat, Commissione europea e Fmi, presentano, ciascuno per conto proprio, alcuni dati sulle attività economiche del nostro Paese, mettendo in luce le ombre nascoste nel futuro prossimo.

Epilogo della vicenda Bankitalia

La questione della nomina del governatore della Banca d’Italia si è chiusa come avrebbe dovuto fin dall’inizio, ossia con il previsto reincarico a Ignazio Visco. In mezzo, purtroppo, c’è stato un gran trambusto, azionato dal segretario del Pd Matteo Renzi, per fronteggiare al meglio, a suo avviso, la campagna elettorale contro il Movimento 5 stelle, posizionandosi dalla parte del popolo colpito dai fallimenti bancari che un certo numero di risparmiatori ha mandato sul lastrico.

Sud, Svimez: la crescita è ancora lenta

Le regioni del Sud procedono a passo di tartaruga ma il governo e il Pd esultano. Eppure da diverse analisi e contributi (Svimez, Confindustria e Istat), emerge quanto il Mezzogiorno d’Italia fatichi a recuperare il terreno perduto negli anni post crisi. Dall’ultimo rapporto Svimez  si evidenzia che "il Pil al Sud è cresciuto dell’1%, più che nel Centro-Nord, dove è stato pari a +0,8%". Secondo lo studio ‘Check up Mezzogiorno’ di Confindustria, invece, la crescita del Pil sarebbe dello 0,9 con il settore industriale a fare da traino, +3,4%.